Un viaggio

Un viaggio nel Messico non è semplicemente un viaggio
E’ un passaggio nella storia, nell’arte, nella cultura, nella tradizione e nel moderno.  
E’ fascino. In ogni suo particolare.
Affascina il vasto territorio, diviso in 31 stati e un distretto federale, per la sua varietà di paesaggi pittoreschi.
E’ Paese di mare, ma anche di altopiani, canyons e montagne; di foreste e di deserti.
E sono proprio queste caratteristiche territoriali a
renderlo  diverso:  con  le  due  grandi  catene  montuose,  la  Sierra Madre Orientale, che prolunga le Montagne Rocciose americane, e quella vulcanica ad Ovest.
Anche le coste, atlantica e pacifica,
sono  dissimili  nell’aspetto.
La  prima  bassa  e  sabbiosa,  con  molte
lagune  poco  profonde,  l’altra,  frastagliata  e  ricca  di  splendide baie e porti naturali.
In Messico è unico anche il clima: è tradizionalmente diviso in tre parti,  secondo  l’altitudine,  con i  suoi  periodi  piovosi  e  non,  e  con temperature che dalle miti arrivano alle tropicali.  
Il Messico è vacanza ma anche arte, antica e moderna.


E’ storia, a volte legata alla leggenda, con antichissime tradizioni e rituali delle popolazioni indigene precolombiane che si fondono a  quelle  dei  conquistadores  spagnoli  e  al  cattolicesimo.  

Non  a
caso, molti parlano ancora le antiche lingue precolombiane, circa 64 dialetti, tra   cui   dominano   il   maya   ed   il   nahuatl,   oltre   allo spagnolo che è la lingua nazionale.
E’ tradizione ma anche modernità.
E’  il  Paese  della  Rivoluzione  e  di  Pancho  Villa;  del  risveglio  della coscienza nazionale e sociale messicana.
Non   manca   la   letteratura.   Una   letteratura   che   dall’antica poesia  indigena  arriva  alla  poetica  romantica  e  alla  modernista, segnata dalla Rivoluzione del 1910.


E’   il   Paese   dell’architettura,   dalla   coloniale   ai   modernissimi
grattacieli, alle imponenti infrastrutture moderne, e dell’archeologia. 
Dei   templi   maya   e   aztechi,   delle   altissime piramidi, degli altari e dei templi sacrificali, immersi nella giungla o vicini al mare, ma sempre testimoni silenziosi di un passato che, a ancora in gran parte avvolto nel mistero.  
Un  mistero  che  deriva  direttamente  dalla  storia  antica,  piena  di una magia che si intreccia fortemente alla vita moderna.   Un mistero che è insieme il passato e il futuro.